cuori aperti x box aperti il prossimo weekend

Vi aspettiamo anche sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre al Rifugio per un intero weekend pro adozioni.
Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 i volontari AVZ saranno a vostra disposizione per farvi conoscere Zago, J-Ax, Pablo, Bepo e tutti gli altri.

Il tempo stringe e ci sono ancora dei pelosi desiderosi di una famiglia, non mancare!
Prenota la tua visita scrivendo una mail a [email protected].

26 Settembre 2017

confermata la concessione della proroga

comunicazione 27 giugno 2017

A seguito di una richiesta al Comune da parte dell'Ass.ne Veneta Zoofila di una proroga al trasferimento dei cani dal Rifugio del Cane di Venezia, proroga che consentisse di proseguire percorsi educativi e adottivi in corso per gli ospiti del Rifugio, è stata ottenuta una sospensione del provvedimento di 4 mesi. Fino al 31 ottobre 2017 saremo quindi ancora presenti e attivi in Rifugio tutti i giorni, con orario di apertura al pubblico dalle 15 alle 18. Organizzeremo nuove giornate di porte aperte per far conoscere a chi interessato gli ospiti rimasti, soprattutto quelli che hanno bisogno di un supporto in più per arrivare all'adozione. Grazie a tutti per il continuo sostegno, soprattutto a chi ha avuto il coraggio di cambiare idea, venendo a conoscerci, e di voltare pagina rispetto a quello che era in passato il Canile di San Giuliano.

27 Giugno 2017

il nostro punto di vista. Una breve sintesi

Molti dei fatti recenti che hanno sconvolto opinione pubblica, associazioni e volontari, vengono ora riportati e perdono in sterili polemiche il loro valore primario, quello dell’informazione sulla realtà delle cose. È proprio per questo che AVZ con la sua nuova gestione, si propone di scrivere un piccolo “riassunto” di ciò che in questi ultimi anni ha fatto e continuerà a fare per i cani del Rifugio di San Giuliano. Innanzitutto ad oggi, tutto ciò che era in potere di AVZ di cambiare è stato fatto, di più non si poteva per questioni meramente burocratiche. Tutte le opere abusive costruite dalla vecchia gestione a causa della presenza di più di 700 cani a fronte di un canile autorizzato a contenerne circa 100, sono state recentemente demolite e l’associazione ha sostenuto un costo di 8.344,00 euro. Sono state richieste e concesse da parte del Comune due sanatorie: una nel 2016 costata 3.971,00 euro, una nel 2017 con spesa prevista 5.164,00 euro rateizzata fino a febbraio 2019. Infine, per quanto concerne l’amianto trovato e messo sin da subito in sicurezza, la bonifica è stata realizzata a inizio 2017 per un totale di 5.185 euro. AVZ ha recentemente ottenuto udienza presso la sezione competente dell’amministrazione pubblica, illustrando sia i lavori di miglioria che i progetti per il futuro, tra cui un’ipotesi di ristrutturazione del canile proprio a San Giuliano, luogo ideale per tranquillità e possibilità offerte ai cani. Consci che per migliorare la qualità di vita degli ospiti in canile non bastano le migliorie strutturali, tra le proposte c’era anche un corso di formazione, finanziato in parte dal Rifugio e in parte da fondi europei, con la finalità di rendere i volontari sempre più competenti e attenti al benessere dei cani, con l’ottenimento della qualifica finale di Operatore riconosciuto CSEN e Regione Veneto. Corso che è iniziato ad aprile 2017 e si sta tutt’ora tenendo presso il centro cinofilo Dog’s Angels di Mestre. A tale proposito ricordiamo inoltre l’alto numero di educatori cinofili in rapporto al numero dei cani presenti, e l’organizzazione del lavoro degli stessi anche con collaborazioni esterne per il recupero dei cani mordaci e quindi inadottabili. “Ho conosciuto la realtà del Rifugio del Cane di Venezia in occasione di una visita comportamentale richiesta dalla veterinaria responsabile, dott.ssa Martinelli: l’Ass.ne Veneta Zoofila si è fatta carico delle spese e si è resa disponibile a seguire il percorso rieducativo. Sicuramente la struttura è migliorabile, come in ogni rifugio, ma l‘associazione manifesta l’attenzione e la volontà nel cercare soluzioni per migliorare la qualità della permanenza degli ospiti in difficoltà. “ sostiene la Dott.ssa Elena Bellaio –Medico Veterinario Comportamentalista.

Tra le proposte presentate annoveriamo anche un progetto dedicato alle persone anziane denominato “two old not too old” volto a migliorare la qualità della vita delle persone anziane oltre che a dare maggiori possibilità ai cani adulti, e un progetto “territorio” ossia la previsione di un insieme di eventi e incontri (molti dei quali già realizzati) volti alla sensibilizzazione su tematiche specifiche in ambito cinofilo: visite scolastiche in Rifugio, incontri con il veterinario, sull’alimentazione, sulla gestione di un cucciolo etc. Non di minore importanza da un punto di vista sociale è l'adesione da parte dell'Associazione al progetto "mi associo" (di iniziativa del comune) e con l'IUEPE che vede l'invio di molte persone in Rifugio per svolgere lavoro socialmente utile o pene alternative. Consapevoli che di tutto ciò l’amministrazione era al corrente ora ci battiamo affinché la stessa prenda un impegno FORMALE per i cani del Rifugio. Riteniamo che un nuovo canile sia necessario, proprio per questo l’avevamo proposto noi stessi, ma a condizione che i cani abbiano un futuro sicuro, in cui potranno tornare a passeggiare per il parco. Ad oggi non c’è alcuna certezza (proposta scritta, bandi di gara, progetti) che il nuovo canile verrà costruito lì dov’è ora né in quanto tempo si inizieranno e ultimeranno i lavori. C’è solo la proposta di affidarli a qualcuno per un anno di tempo. AVZ si è sempre dimostrata in accordo verso l'indizione di un bando con criteri di equità nell’assegnazione della gestione dell'attuale canile, non ad un bando che invece la vede impossibilitata a partecipare.

Ci si chiede altresì se il Comune abbia valutato tutte le alternative e soluzioni per salvaguardare il benessere dei 40 cani presenti, ad esempio proponendo l’utilizzo del Canile Sanitario con box, sito nelle immediate vicinanze del Rifugio e attualmente chiuso ed inutilizzato per un mancato accordo tra Comune e ENEL, per dare ricovero ai cani durante i lavori di ristrutturazione. Se si riuscisse a trovare a stretto giro tale accordo i cani potrebbero mantenere le loro abitudini e continuare i percorsi di recupero in una struttura confortevole e seguiti da volontari ed educatori che ad oggi si impegnano per loro quotidianamente. Sperando con queste parole di portare alla luce un’altra prospettiva, che ha al centro sempre e solo il benessere dei cani, ci auguriamo che anche chi in questo periodo si è sentito in dovere di dire la propria criticando senza conoscerci, ora ci dia la possibilità e l’aiuto per chiedere che tutte queste non rimangano parole scritte ma diventino fatti concreti.

19 Giugno 2017

comunicazione ufficiale

L'Associazione Veneta Zoofila prende atto e rispetta le opinioni di tutti i cittadini. Conferma le perplessità in relazione alla realizzazione di un nuovo canile in assenza di dati oggettivi. Vuole tutelare i propri volontari precisando che la preoccupazione per il futuro dei cani di cui quotidianamente si prendono cura è legata anche ai progressi ottenuti con alcuni di essi grazie alle possibilità offerte dal parco adiacente. Infine precisa che molte sono state le iniziative intraprese per poter offrire un servizio migliore compresa la presentazione di progetti al comune (in cui veniva annoverata la ristrutturazione). 

29 Maggio 2017

avviso importante . comunicazione del comune di venezia

Pur ringraziandoci del lavoro svolto in questi anni, il Comune, a scadenza della convenzione, ci avvisa di dover abbandonare il canile, svuotandolo di tutto ciò che contiene, cani inclusi. 
A prescindere dagli aspetti materiali e dal futuro canile promesso ciò che ferisce ogni volontario è l’idea che gli ospiti amati, aiutati, curati quotidianamente debbano subire ulteriori traumi e vengano privati delle abitudini che sino ad oggi li hanno aiutati e accompagnati; tra queste annoveriamo principalmente le passeggiate al parco e tutte le attività ad esse correlate, che consentono ad ognuno dei nostri ospiti di avere una vita più autentica.
Certi che potrete comprendere lo stato di sconforto vi invitiamo a condividere appelli, video, forti degli amici pelosi per velocizzare eventuali adozioni che consentano di non far vivere il trauma di un distacco.
Grazie a tutti coloro che da tempo ci sostengono.

24 Maggio 2017

 ESCAPE='HTML'

In breve...

Apertura straordinaria LUN > DOM 
Ci trovate ogni giorno dalle 15.00 alle 18.00, chiamateci prima per fissare un appuntamento al nr +39 329 866 7753

cercasi volontari

Volontariato in Rifugio? SI, GRAZIE
I nuovi volontari, previo colloquio motivazionale, sono sempre ben accetti e necessari per la gestione pomeridiana della struttura. Info: [email protected]

ritiro farmaci

Ritiro farmaci
Si ricorda che i volontari AVZ non potranno più ritirare farmaci, integratori, materiale sanitario già in uso dai privati, nè alimenti scaduti.

T shirt avz

T-shirt Rifugio del cane
Acquista la tua maglietta  'C'è solo una cosa che è meglio di un cane' oppure 'Un vero amico è sempre al tuo fianco'. Scrivi a [email protected].